M.

foto by Martina Belmondi

Pensate mai a come avete conosciuto una persona? All’impressione che vi ha fatto nell’istnte in cui le avete stretto la mano?

Premere rewid nella tastiera dei ricordi e rivivere quel fotogramma.

Io lo faccio a volte. Ieri notte ad esempio, mentre il sonno tardava ad arrivare.

Ho premuto rewind fino ai miei 20 anni. Un’estate di emozioni, quella. C’era lui, che mi stava vicino nell’affrontare le difficoltà, gli anfibi con 40 gradi all’ombra, c’era il pentacolo al collo e la canottiera dei Cradle of Filth, il mio primo bicolor ai capelli ed Avril Lavigne che cantava don’t tell me. C’era l’arancione Razzle Dazzle, gli esami a settembre, i viaggi suoi treni delle Nord e le candele sempre accese in camera mia.

E poi c’era M. appena rrivata a sconvolgere gli equilibri di cristallo della casa dove abitavo con un’altra ragazza. Via Antonello da Messina.

– Piacere, M.

grande sorriso

– Piacere, O.

mezzo sorriso

Sembra fighetta, ma secondo me ascolta cose tipo il reggae e lo ska pensava la mia testa malata. Era il periodo in cui giudicavo le persone dalle scarpe e dai loro gusti musicali. Bei tempi di spensierata purezza!

– Scusa – mi guarda con espressione confusa ed intimorita – ma come si fa per le lavatrici, la spesa, queste cose così? –

– Senti, magari parla con l’altra ragazza eh – le dico io un po’ scocciata – sai, sono in ritardo, ho un treno da prendere, ci vediamo! –

– Ma stasera si cena insieme? – mi chede ancora.

– Non so – dico io – dipende da che ora torno da Busto! Ciao- E me ne vado.

Sì, ho fatto la figura della stronza. Giuro, che non volevo farla!

A me e a M. piace ogni tanto parlare di quella giornata. Ci piace parlarne davanti ad una tisana o a del gelato di Chocolat. E’ da tempo che non ci vediamo, ma basta scriversi via mail, mentre beviamo una tazza di camomilla bollente per sentirci vicine. Se ci si crede davvero, è come berla assieme.

Ehi tu, lo vedo che stai ridendo, ti sento dire “Beh, ma Oly!!!” Abbassa la voce o sveglierai qualcuno!! Si sente fino qua. Oh forse è una mia impressione….

 

 


 

 

Annunci

3 pensieri su “M.

  1. 🙂 la prima volta che ti ho vista..capello biondo,al centrale per la festa per la partenza di silvia..non mi avvei colpito granchè..e poi la finlandia..”a ma tu sei l’amica di silvia..hai tinto i capelli!!”..e da li il nostro rapporto..wonder

  2. Erano i tempi del forum di slam..il concerto dei Darkness..quando non li cagava nessuno tranne noi..avevi una giacca orripilante (che ora è nel mio armadio LOL) e da subito sei stata cosi carina con “la nuova arrivata del forum”…
    poi un giorno venni a milano,in tenuta che “più blackster di cosi si muore”.
    ci siamo annusate,capite,amate.
    ed il resto è storia.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...