[La Zuppa]

Immagine

[Illustrazione di Luigi Annibaldi]

Il fattore scatenante fu senza dubbio la zuppa. Tutto era nato da quella maledetta zuppa di cipolle. Anche se a pensarci bene non era stata la zuppa in sé, ma il modo in cui lui la stava mangiando. Succhiava il brodo con quelle labbra screpolate e sottili e si sbrodolava come i bambini o come i vecchi decrepiti. Lei era seduta di fronte a lui, con un piatto di insalata intatto davanti a sé. Le era passata la voglia di mangiare su quel tavolo di formica, tra quelle quattro mura di carta da parati ingiallita. Tutto intorno a lei puzzava di zuppa. Era sicura che, aprendo la finestra, anche il mondo fuori avrebbe avuto quell’odore. La mano destra del marito teneva in mano il cucchiaio che si immergeva nella zuppa e veniva avvicinato alla bocca. E lui succhiava con quel suono fastidioso, così fastidioso che sembrava l’unico suono in quella stanza che diventava sempre più piccola, calda e soffocante….

Continua su: http://www.omero.it/omero-magazine/fantareale/la-zuppa/

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...