[Scheggia delle 13.30]

3955630256_f90fee97ce_b

E ti torna in mente tutto mentre il mare ti culla tutta la tua vita e le pene dell’inverno tutte le difficoltà e i nodi stretti intorno al collo le cicatrici al sole spiccano non c’è filtro solare che tenga rimangono bianche sulla pelle scura e ti torna tutto in mente quando ti senti libera perché libertà e’ prigione quando non sai dove fuggire sei una barca alla deriva mare forza sette scarsa visibilità il grigio del cielo preme sul mondo

soffocare soffocare soffocare

e poi perdersi con la mente altrove non ci sono più state estati come quelle le estati che sanno di scoperta salsedine e pinoli le estati dei telefoni a gettoni e dei gelati al puffo le estati infinite dei viaggi in pullman a Torre del Lago e delle lotte coi cavalloni quando c’era bandiera rossa e i bagnini fischiavano le estati dei gatti al sole e di tutta la vita da immaginare e’ questo il punto immaginare
e poi

Soffocare soffocare soffocare
Inghiottire i sogni come bocconi avvelenati mentre scende la sera e non c’è niente da fare se non guardare l’orizzonte rosa sagome scure i pensieri tornano sempre e ti fissano mentre dormi appesantiscono le palpebre col piombo dei rimpianti e tutti sono felici di vivere attimi magici sotto notti stellate mentre io semplicemente ho smesso coi desideri mi penso addosso esaurisco agosto e ripenso sempre a tutto ciò che ho perso.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...